Festival 2013

Edizione_2013

Occorre prendere il largo, navigare in mare aperto per andare oltre l’orizzonte presente. In tempi difficili non possiamo accontentarci di replicare forme e contenuti conosciuti, ma dobbiamo osare, sperimentare, investire in formazione.
Il Festival Danza Urbana giunge, questo anno, alla sua diciassettesima edizione. Come un adolescente è in piena mutazione e cerca di sviluppare nuove strategie.
Arcipelaghi è il sottotitolo/guida che ne rileva la nuova direzione: la volontà di offrire ai diversi pubblici un filo rosso, un punto di vista attraverso cui fruire le creazioni degli artisti per confrontarsi con alcune questioni del presente.
Questa edizione parte dall’elemento geografico, dall’esplorazione dello spazio e dalla sua mappatura, dal suo ripiegarsi su un foglio, dal suo (s)piegarsi e accartocciarsi teorico. Arcipelaghi propone l’investigazione di diversi linguaggi coreici e performativi contemporanei attraverso una pluralità di personalità artistiche, che si collocano all’interno di un mare comune, di uno stesso orizzonte teorico ed estetico.
Agli eventi si affiancano importanti momenti di esplorazione geografica, di riflessione tra le pieghe di questa mappa, per inoltrarsi su questioni cruciali, quali: l’abitare urbano, la relazione tra corpo e architettura, la nozione di occupazione e riconoscimento comunitario dello spazio collocato nella costruzione culturale dell’altro.
Allo stesso tempo, Sediment/azioni, un percorso formativo pluriennale per un gruppo di adolescenti, crea le condizioni ambientali per la formazione di nuovi arcipelaghi, con il sedimentarsi di esperienze attraverso laboratori, atelier coreografici ed incontri.
Dal 12 al 15 settembre con “Terre di Confine” Danza Urbana collabora a due progetti, che si posizionano al limite spazio/temporale del Festival, indagando aree limitrofe della performance e della danza in spazi non convenzionali: dall’interno delle case di privati cittadini con Sinfonie per appartamenti, al crinale di un colle con Running up that hill.

 

 

Programma

4 settembre 2013

archipelagus affect – conferenza

MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna, via Don Minzoni 14 / ore 16:30

la Cecla_piazza Tarir-002

Conferenza a cura di Piersandra Di Matteo
con Franco La Cecla, Stefano Tomassini, Laura Menatti

Urban Center - II Piano di Salaborsa (Piazza del Nettuno 3) / ore 18:30

zuppiroli-001


Inaugurazione mercoledì 4 settembre ore 18:30

LA MOSTRA PROSEGUE FINO AL 14 SETTEMBRE NEI GIORNI E ORARI DI APERTURA DI SALABORSA

5 settembre 2013

Pieghe performative tratte da *Plek-

Pinacoteca Nazionale di Bologna, via delle Belle Arti 56 / ore 18:00

26_plek_marcodavolio-002

coreografia: Francesca Pennini
drammaturgia: Angelo Pedroni
azione: Floriano D’Auria, Nicola Galli, Angelo Pedroni, Francesca Pennini
compositore e sopranista: Floriano D’Auria
disegno luci: Leonardo Bucalossi
produzione: CollettivO CineticO, Festival Inequilibrio / Armunia

Attenzione: lo spettacolo, per una breve scena, prevede l’utilizzo di una luce stroboscopica
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Clima

Pinacoteca Nazionale di Bologna, via delle Belle Arti 56 / ore 18:00

ilariascarpa_mk5x-001

giovedì 5 settembre
dalle ore 16 alle 17 – istruzioni c/o MAMbo – via Don Minzoni 14
ore 18 – performance Pinacoteca Nazionale di Bologna – Via delle Belle Arti 56

6 settembre 2013

Learning curves

Guazzatoio / Canale di Reno, via Augusto Righi / ore 18:00

carboni_01-001

Artista visivo e performer Alessandro Carboni

Il giorno 10 alle ore 17, all’Urban Center,  Alessandro Carboni terrà una Lecture sul suo progetto performativo.

Clima

Piazzetta Marco Biagi / ore 18:45

ilariascarpa_mk5x-001

venerdì 6 settembre
dalle ore 16 alle 17 – istruzioni c/o MAMbo – via Don Minzoni 14
ore 18.45 (circa) – performance Piazzetta Marco Biagi

7 settembre 2013

Isolario / Poema di un frastaglio, spiumato, minuto e senza fine

Cortile di Palazzo D’Accursio / ore 21:00

supplici-002

Ideazione e coreografia Fabrizio Favale
Colonna sonora originale, esecuzione dal vivo: Teho Teardo
Registrazione suoni ambientali e versi animali: Fabrizio Favale e Alberto Trebbi
Danzatori: Jari Boldrini, Marta Capaccioli, Martina Danieli, Andrea Del Bianco, Fabrizio Favale, Giulio Petrucci, Stefano Roveda
Collaborazioni tecniche: Paolo Rodighiero, Alberto Trebbi
Con il contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Comune di Bologna, Regione Emilia Romagna
Si ringraziano: Cango Cantieri Goldonetta Firenze, Raum Bologna, Fienile Fluò Bologna, Spazio Danza Bologna
Tra la prima e la seconda parte dello spettacolo è previsto un percorso a piedi da Palazzo d’Accursio a Via D’Azeglio

Clima

Cortile d'onore di Palazzo d'Accursio - Piazza Maggiore / ore 21:00

ilariascarpa_mk5x-001

sabato 7 settembre
dalle ore 18:30 alle 19.30 – istruzioni c/o MAMbo – via Don Minzoni 14
Ore 21 – performance Palazzo d’Accursio

8 settembre 2013

Isolario / Poema di un frastaglio, spiumato, minuto e senza fine

Cortile di Palazzo D’Accursio / ore 17:30

supplici-002

Ideazione e coreografia Fabrizio Favale
Colonna sonora originale, esecuzione dal vivo: Teho Teardo
Registrazione suoni ambientali e versi animali: Fabrizio Favale e Alberto Trebbi
Danzatori: Jari Boldrini, Marta Capaccioli, Martina Danieli, Andrea Del Bianco, Fabrizio Favale, Giulio Petrucci, Stefano Roveda
Collaborazioni tecniche: Paolo Rodighiero, Alberto Trebbi
Con il contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Comune di Bologna, Regione Emilia Romagna
Si ringraziano: Cango Cantieri Goldonetta Firenze, Raum Bologna, Fienile Fluò Bologna, Spazio Danza Bologna
Tra la prima e la seconda parte dello spettacolo è previsto un percorso a piedi da Palazzo d’Accursio a Via D’Azeglio

 

Clima

Cortile d'onore di Palazzo d'Accursio - Piazza Maggiore / ore 17:30

ilariascarpa_mk5x-001

domenica 8 settembre
dalle 15.30 alle 16.30 – istruzioni C/O MAMbo – Via Don Minzoni 14
ore 17:30 – performance Palazzo d’Accursio

10 settembre 2013
Urban Center - II Piano di Salaborsa (Piazza del Nettuno 3) / ore 17:00

Un incontro pubblico per illustrare il progetto Learning curves: un’indagine sulla relazione tra corpo, città e fiumi urbani. L’analisi di Carboni, parte dagli aspetti peculiari del corpo e cerca di analizzare come questo si trasformi in relazione ai cambiamenti urbani.

Chained love

piazzetta Marco Biagi / ore 18:30

akesi-002

di e con: Iunia Bricca e Roberto Costa Augusto
musica: Andrea Giomi, The Stooges
coproduzione: progetto Naocrea Aiep Ariella Vidach
ospitalità: compagnia Dejà Donne e associazione Demetra

Per non svegliare i draghi addormentati

Dom - La cupola del Pilastro / ore 21:00

Photo by Furio Ganz 4-002

di: Marco D’Agostin
a partire da: Progetto Choreoroam Europe
luci: Remo Ramponi
scrittura musicale: Paolo Persia
costumi: Edda Binotto
con il sostegno di: CSC/OperaEstate Festival Veneto, Inteatro Polverigi, Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza, Anagoor/La Conigliera, Teatro Fondamenta Nuove. Progetto vincitore del Premio Prospettiva Danza Teatro 2012 Realizzato nell’ambito del progetto interregionale di promozione dello spettacolo dal vivo “Teatri del tempo presente” progetto interregionale di promozione dello spettacolo dal vivo, a cura del MiBAC – Direzione Generale per lo spettacolo dal vivo – e delle Regioni: Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana, Umbria, Veneto; in collaborazione con Laminarie / DOM La Cupola del Pilastro e Danza Urbana Festival.
biglietto 5 euro (NO prevendita) biglietteria 60′ prima dell’inizio nel luogo di spettacolo

11 settembre 2013
Aula Magna - Accademia delle Belle Arti, Via delle Belle arti 52-54 / ore 17:30

Metamorfosis_2-002

MASDANZA PLATFORM

Replica alle ore 18:00

coreografia: Christina Mertzani & Evangelos Poulinas
danza: Christina Mertzani &
musica: Christopher Willits
Prenotazione obbligatoria

 

Bird’s eye view / Estratto di 15 min per spazio urbano

Giardino del Guasto (via del Guasto angolo via delle Belle Arti) / ore 18:00

ph marija_obradovic-002

MASDANZA PLATFORM

Replica alle ore 18:30

Progetto: Simona Bertozzi, Marcello Briguglio
Coreografia e danza: Simona Bertozzi
Musiche: ¾ had been eliminated
Progetto luci e set: Antonio Rinaldi
Produzione: Nexus 2011
Prenotazione obbligatoria

Collegio Artistico Venturoli (via Centotrecento 4) / ore 18:30

Fifth Corner © Costin Radu-002

MASDANZA PLATFORM

Replica alle 19:00

Regia e coreografia: Guido Sarli e Manuel Rodríguez
Aiuto alla drammaturgia: Georgina Oliva e Pablo Gisbert
Interpreti: Xavi Auquer, Ares D’Angelo e Lautaro Reyes
Disegno grafico e video: Manuel Rodríguez
Foto: Jaime Abascal e Manuel Rodríguez
Produzione: Lalavanderia
Prenotazione obbligatoria

12 settembre 2013
Condominio Via Emilia Ponente 28/3 e limitrofi / ore 18:00

Sinfonie 2-001

“TERRE DI CONFINE” – IL FESTIVAL DANZA URBANA COLLABORA CON SINFONIE PER APPARTAMENTI E FIENILE FLUò

Il Signor Agostino Bontà (Francesca Antonino, Valentina Bechi, Simone Evangelisti, Giulia Ferrato, Elena Giachetti, Elisa Pol, Valerio Sirna)

Dalle 18 alle 20:15

idea e progetto: Camilla Casadei Maldini e Francesca Antonino
con: Il Signor Agostino Bontà
con il sostegno di: Sosta Palmizi, Associazione Demetra / Centro di Palmetta

 

13 settembre 2013
Condominio Via Emilia Ponente 28/3 e limitrofi / ore 18:00

Sinfonie 2-001

“TERRE DI CONFINE” – IL FESTIVAL DANZA URBANA COLLABORA CON SINFONIE PER APPARTAMENTI E FIENILE FLUò

Il Signor Agostino Bontà (Francesca Antonino, Valentina Bechi, Simone Evangelisti, Giulia Ferrato, Elena Giachetti, Elisa Pol, Valerio Sirna)

Dalle 18 alle 20:15

idea e progetto: Camilla Casadei Maldini e Francesca Antonino
con: Il Signor Agostino Bontà
con il sostegno di: Sosta Palmizi, Associazione Demetra / Centro di Palmetta

 

14 settembre 2013
Condominio Via Emilia Ponente 28/3 e limitrofi / ore 18:00

Sinfonie 2-001

“TERRE DI CONFINE” – IL FESTIVAL DANZA URBANA COLLABORA CON SINFONIE PER APPARTAMENTI E FIENILE FLUò

Il Signor Agostino Bontà (Francesca Antonino, Valentina Bechi, Simone Evangelisti, Giulia Ferrato, Elena Giachetti, Elisa Pol, Valerio Sirna)

Dalle 18 alle 20:15

idea e progetto: Camilla Casadei Maldini e Francesca Antonino
con: Il Signor Agostino Bontà
con il sostegno di: Sosta Palmizi, Associazione Demetra / Centro di Palmetta

 

Running up that hill – Esperimenti coreografici in collina

Fienile Fluò / ore 18:15

“TERRE DI CONFINE” – IL FESTIVAL DANZA URBANA COLLABORA CON SINFONIE PER APPARTAMENTI E FIENILE FLUò

Umma Umma Dance & Manuel Rodríguez / Simona Bertozzi / Fabrizio Favale

Questo progetto sulla danza, ideato dal coreografo e danzatore Fabrizio Favale e da Angelica Zanardi direttrice artistica di Fienile Fluò, si articola in alcune residenze per gli artisti e un micro festival. Richiamando un noto brano di Kate Bush degli anni 80 dalle sonorità freschissime, Running up that hill vuole essere al contempo campo di sperimentazione per gli artisti e polo d’attrazione per un pubblico giovane e variegato che vuole incontrare e conoscere la danza nelle sue forme più evolute, dense, emotive e approfondite. Un appuntamento estivo annuale che in due giorni condensa avvenimenti, performance, prove aperte, incontri, discussioni, aperitivi all’aperto, nello stupefacente scenario naturale del Fienile Fluò di Bologna. Il progetto si avvale della collaborazione di due importanti festival della scena della danza internazionale: Masdanza Platform e Danza Urbana, che selezionano e forniscono un network di giovani talenti nell’ambito della coreografia mondiale.
Biglietto 5 euro

15 settembre 2013

Running up that hill – Esperimenti coreografici in collina

Fienile Fluò / ore 18:15

“TERRE DI CONFINE” – IL FESTIVAL DANZA URBANA COLLABORA CON SINFONIE PER APPARTAMENTI E FIENILE FLUò

Umma Umma Dance & Manuel Rodríguez / Simona Bertozzi / Fabrizio Favale

Questo progetto sulla danza, ideato dal coreografo e danzatore Fabrizio Favale e da Angelica Zanardi direttrice artistica di Fienile Fluò, si articola in alcune residenze per gli artisti e un micro festival. Richiamando un noto brano di Kate Bush degli anni 80 dalle sonorità freschissime, Running up that hill vuole essere al contempo campo di sperimentazione per gli artisti e polo d’attrazione per un pubblico giovane e variegato che vuole incontrare e conoscere la danza nelle sue forme più evolute, dense, emotive e approfondite. Un appuntamento estivo annuale che in due giorni condensa avvenimenti, performance, prove aperte, incontri, discussioni, aperitivi all’aperto, nello stupefacente scenario naturale del Fienile Fluò di Bologna. Il progetto si avvale della collaborazione di due importanti festival della scena della danza internazionale: Masdanza Platform e Danza Urbana, che selezionano e forniscono un network di giovani talenti nell’ambito della coreografia mondiale.
Biglietto 5 euro